All Title Author
Keywords Abstract


Una Biblioteca Digitale Semantica per il Comune di Milano

DOI: 10.1472/bc.v0i113.1450

Keywords: Semantic Web , Digital Library , Faceted Browsing , Ontology

Full-Text   Cite this paper   Add to My Lib

Abstract:

Nella seconda metà del 2007 il Comune di Milano ha deciso di cofinanziare un progetto della durata di un anno, proposto dal CILEA, denominato “Biblioteca Aperta di Milano” (BAMI) che ha portato nel corso del 2009 alla creazione di una delle prime Semantic Digital Library in ambito italiano. Il progetto mirava a creare un sistema integrato che rendesse disponibili via web documenti digitali appartenenti alle istituzioni culturali milanesi. Per raggiungere l’obiettivo si è deciso di adottare gli standard e le tecnologie del Semantic Web per modellare la “base di conoscenza” ed è stato utilizzato un faceted browser per costruire l’interfaccia che ne permettesse la navigazione e l’interrogazione. Per conservare, gestire e garantire la fruizione degli oggetti digitali sono stati utilizzati due diversi sistemi: CodeX[ml] per le risorse bibliografiche e AriannaWeb per le risorse archivistiche. Per quanto concerne la selezione dei documenti si è deciso di concentrarsi principalmente su quelli riconducibili all’800 milanese, con particolare riguardo alle testimonianze legate al mondo della musica. Il presente contributo mira ad illustrare la metodologia e le diverse fasi del lavoro che hanno portato alla creazione di un’ontologia dell’800 musicale milanese, con il contributo di un comitato scientifico composto da bibliotecari ed esperti della musica del XIX secolo. Verranno illustrate inoltre la creazione e la costruzione di un editor web based utilizzato per popolare l’ontologia. Uno dei principali obiettivi del progetto era quello di superare le limitazioni dei motori di ricerca tradizionali utilizzati in ambito bibliotecario, fornendo all’utente strumenti innovativi per navigare e analizzare l’informazione culturale. Ci si soffermerà anche sull’interfaccia del portale BAMI, sviluppata estendendo le funzionalità di Longwell, il faceted browser, creato dal Massachusetts Institute of Technology per la navigazione di dataset in formato RDF. In the second half of 2007 the Municipality of Milan decided to co-finance a one year project, proposed by CILEA, called “Biblioteca Aperta di Milano” (Milan Open Library) or BAMI, aimed at creating an integrated system to make available on the Web a set of digitized documents from the cultural institutions of Milan. The project led to the creation of one of the first Semantic Digital Library in Italy. To meet the goals of the project, indeed, we adopted Semantic Web standards and technologies to build the knowledge base and used a faceted browser for the user interface. To store and provide the visualisation of digital documen

Full-Text

comments powered by Disqus