oalib
Search Results: 1 - 10 of 100 matches for " "
All listed articles are free for downloading (OA Articles)
Page 1 /100
Display every page Item
Attività del Centro di Modellistica Computazionale
Giovanni Meloni
Bollettino del CILEA , 1999, DOI: 10.1472/bc.v68igiugno.994
Abstract: In questo articolo viene descritto l'attuale stato di attività del Centro di Modellistica Computazionale presentando la composizione del nuovo Consiglio Scientifico, i nuovi progetti approvati e quelli ad oggi attivi.
Centro di modellistica computazionale
Giovanni Meloni
Bollettino del CILEA , 1998, DOI: 10.1472/bc.v63igiugno.953
Abstract:
A colloquio con il Prof. Mario Gallati. Il punto della situazione sull'impiego della Modellistica Computazionale nell'Idraulica Ambientale
M. Gallati
Bollettino del CILEA , 1997, DOI: 10.1472/bc.v56ifebbraio.883
Abstract: Recentemente il Prof. Mario Gallati è stato intervistato dal CILEA, allo scopo di fare il punto della situazione sull'impiego della Modellistica Computazionale nell'idraulica ambientale.
Nuove prospettive nella disciplina delle confraternite  [cached]
Alberto Roccella
Stato, Chiese e Pluralismo Confessionale , 2011,
Abstract: Relazione al Convegno di studi Vent’anni di applicazione e di esperienza della legge 20 maggio 1985, n. 222, Roma, 25-26 novembre 2005, organizzato dal CESEN, Centro Studi sugli enti ecclesiastici e gli altri enti senza fini di lucro, dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Il testo della relazione è stato rivisto, ampliato e corredato delle note. SOMMARIO: 1. Le confraternite tra disciplina unilaterale dello Stato e disciplina pattizia – 2. La distinzione delle confraternite in due specie – 3. Le confraternite con scopo esclusivo o prevalente di culto – 4. La competenza all’accertamento dello scopo esclusivo o prevalente di culto – 5. Il procedimento per l’accertamento dello scopo esclusivo o prevalente di culto – 6. Il termine per la conclusione del procedimento – 7. Le confraternite con scopo esclusivo o prevalente di culto come enti ecclesiastici speciali – 8. Le confraternite con scopo esclusivo o prevalente diverso da quello di culto. Pubblicato in Il diritto ecclesiastico, 2005, I, p. 88 ss.
Il calcolo intensivo e il CILEA
Antonio Cantore
Bollettino del CILEA , 1996, DOI: 10.1472/bc.v53igiugno.849
Abstract: Il CILEA nel "Top 500 supercomputer sites". Riavviato il Centro di Modellistica Computazionale.
Fisica Computazionale dei materiali mediante dinamica molecolare tight-binding
L. Colombo
Bollettino del CILEA , 1996, DOI: 10.1472/bc.v51ifebbraio.823
Abstract: Discutiamo i principi fisici di base e l'implementazione numerica della dinamica molecolare tight-binding. Presentiamo inoltre una recente implementazione di questo schema di calcolo dove il costo computazionale scala linearmente col numero di atomi presenti nella cella di simulazione. Tale schema risulta naturalmente parallelizzabile ed è stato con successo portato in ambiente CONVEX-EXEMPLAR del CILEA. Concludiamo con una breve rassegna dei problemi fisici attualmente in corso di studio con questa metodologia computazionale nell'ambito delle iniziative promosse e finanziate dal Centro di Modellistica Computazionale. We present and discuss the tight-binding molecular dynamics (TBMD) scheme. The basic idea of TBMD is that the electronic structure of the investigated sample is calculated at any time-step of the simulation by mean of a semi-empirical tight-binding Hamiltonian. Accordingly, the quantum mechanical many-body nature of the interatomic forces is taken into account naturally through the underlying electronic structure via the Hellman-Feynman theorem. The TBMD formalism can be formulated in such a way that its computational workload scales linearly with the number of particles contained in the simulation cell. This formulation is trivially parallelized and runs very efficiently on the CONVEX-EXEMPLAR machine. The TBMD approach is thus able to manage complex systems with directional and covalent chemical bonding, like semiconductor materials, and allows for simulations on a large number of particles (few thousands) for long times (hundreds of picoseconds). These large-scale calculations are at present out of reach of any first-principles approach and therefore TBMD is bridging the gap that exists between cheap (but not accurate) classical simulations and very accurate (but very computer-demanding) ab-initio calculations.
Simbolismo religioso e nuove prospettive per lo studio del diritto ecclesiastico dello Stato  [cached]
Raffaele Coppola
Stato, Chiese e Pluralismo Confessionale , 2011,
Abstract: Sommario: 1. L'occasione – 2. I suggerimenti – 3. Le prospettive in senso proprio.
Verso nuove prospettive del pluralismo religioso nel Magistero della Chiesa cattolica?  [cached]
Antonino Mantineo
Stato, Chiese e Pluralismo Confessionale , 2011,
Abstract: Sommario: 1. Il Concilio Vaticano II e le aperture al dialogo interreligioso - 2. Il concorso offerto dalle nuove piste teologiche del post-Concilio - 3. Alcune valutazioni del magistero di papa Benedetto XVI - 4. Laicità dello Stato e pluralismo religioso - 5. Per una ripresa del dialogo interreligioso.
Lorenzo Magalotti (1637-1712): rassegna di studi e nuove prospettive di ricerca  [cached]
Stefano Miniati
Annali di Storia di Firenze , 2011,
Abstract: Nonostante venga riconosciuta a Lorenzo Magalotti una non trascurabile statura nel contesto culturale seicentesco italiano ed europeo, la sua figura ha ricevuto, nel corso del Novecento, interpretazioni decisamente contrastanti. La valutazione della sua opera è oscillata, in qualità di segretario del Cimento ed estensore dei Saggi di naturali esperienze, tra gli estremi dello sperimentalismo galileiano e quelli, veicolati dai suoi scritti sull’ odorismo , di una poesia raffinata e decadente nutrita dalla svogliatura del secolo . In generale, tuttavia, si è cercato di imbrigliarne il percorso biografico e intellettuale negli schemi interpretativi del barocco italiano da cui, a dire il vero, egli sembra distaccarsi in punti rilevanti. In questo saggio si sintetizzano le principali linee interpretative lungo le quali si è mossa la critica magalottiana nel corso del XXI secolo, presentando in conclusione alcune prospettive di ricerca basate sulla grande quantità di materiale autografo tuttora inedito.
Image of cities. New perspectives for the contemporary urban landscape. Immagini di città. Nuove prospettive per il paesaggio urbano contemporaneo.  [cached]
Gabriele Pierluisi
DISEGNARECON , 2012,
Abstract: This paper, intended as a sort of theory of images, reflects on the relationship between landscape perspective and new technologies. Perspective as a system of building space in the superposition between image and reality. Perspective as a three-dimensional machine: the experience of Brunelleschi. Perspective and urban design in Florence in the early fifteenth century. The two prospective spaces of Google: a zenithal view and at the eye level view. Perspective and mounting of images in sequence: Google maps and views by Canaletto. New urban landscapes: digital photography and perspective in the net. Hot digital. Photography as automatic writing. Painting as presence of the space in front of the picture: observer track physical and conceptual. Lo scritto si pone come una sorta di teoria delle immagini presentate, riflette sul rapporto tra prospettiva paesaggio e nuove tecnologie. Prospettiva come sistema di costruzione dello spazio tra immagine e realtà. Prospettiva come macchina tridimensionale: Brunelleschi. Prospettiva e spazio urbano nella Firenze tra Trecento e quattrocento. I due spazi prospettici di Google: vista zenitale e dal basso. La rappresentazione del paesaggio attraverso l'uso di viste zenitali e viste dal basso. Prospettiva e montaggio di immagini in sequenza: Google maps e Canaletto. Il dominio del fotografico come ritorno del mondo prospettico. Tecnica mista tra mano e digitale o “digitale caldo”. Fotografia come scrittura automatica.Pittura come traccia dell'osservatore fisica e concettuale.
Page 1 /100
Display every page Item


Home
Copyright © 2008-2017 Open Access Library. All rights reserved.