oalib
Search Results: 1 - 10 of 100 matches for " "
All listed articles are free for downloading (OA Articles)
Page 1 /100
Display every page Item
Simulazione numerica e realtà virtuale applicate al mondo reale  [cached]
Francesca Bonini
Bollettino del CILEA , 2001, DOI: 10.1472/bc.v80inovembre.1080
Abstract: La "realtà virtuale" non è solo un'evasione dalla "realtà reale", ma può e deve essere uno strumento utile per lo sviluppo tecnologico, tramite un simulazione quanto più possibile aderente alla realtà, che possa sostituire la sperimentazione non solo per l'economia di scala ottenibile, ma per permettere il raggiungimento di benefici tecnologici nel tempo più breve possibile.
Modello numerico per la simulazione e l’ottimizzazione di controlli non distruttivi con ultrasuoni  [PDF]
A. Pantano,D. Cerniglia
Frattura ed Integrità Strutturale , 2010,
Abstract: I controlli non distruttivi basati sull’impiego di ultrasuoni sono ampiamente usati per la loro efficacia e affidabilità nel rilevamento di difetti. La generazione di onde ultrasonore e la propagazione in strutture di forma non regolare sono difficili da analizzare, soprattutto se la sorgente impiegata è un laser. Le tecniche numeriche per la simulazione del fenomeno reperibili in letteratura mostrano limiti di applicabilità per frequenze nel campo dei MHz e lunghezze d’onda molto corte. In questo lavoro presentiamo un metodo numerico in grado di risolvere accuratamente ed efficientemente problemi di generazione di onde ultrasonore tramite laser, con frequenze nel range dei MHz, e di propagazione in corpi relativamente estesi. La ricezione viene simulata con la propagazione degli ultrasuoni in aria, al fine di poter ottimizzare la configurazione completa per controlli non distruttivi con ultrasuoni senza contatto. Diverse configurazioni di ispezione sono state prima simulate tramite l’analisi numerica e poi riprodotte sperimentalmente per confrontare i risultati.
Tecniche di simulazione dell'entità del reflusso sanguigno da valvole cardiache incontinenti
P.L. Miglioli
Bollettino del CILEA , 1997, DOI: 10.1472/bc.v58igiugno.907
Abstract: In questo articolo viene presentata l'attività di ricerca in corso nell'ambito della collaborazione tra CILEA e l'Istituto di Fisica e Terapia Medica dell'Università di Pavia. Si descrivono brevemente la problematica clinica affrontata e i metodi di simulazione numerica adottati per l'indagine dei fenomeni fluidomeccanici in questione, secondo la metodologia proposta dal prof. Franco Recusani cardiologo e ricercatore presso il suddetto Istituto, e dal prof. Mario Gallati, Direttore del Dipartimento di Ingegneria Idraulica ed Ambientale dell'Università di Pavia.
Piccole storie armene: Deserto nero e altri viaggi  [cached]
Nicoletta Vallorani
Altre Modernità , 2009,
Abstract: Piccole storie armene: Deserto nero e altri viaggi
CAPI'99 3 workshop sul "Calcolo ad Alte Prestazioni in Italia"
Giovanni Meloni
Bollettino del CILEA , 1999, DOI: 10.1472/bc.v69isettembre.1002
Abstract: Il CILEA, Consorzio Interuniversitario Lombardo, organizza la terza edizione del convegno sul Calcolo ad Alte Prestazioni che si svolgerà a Milano dal 10 al 12 novembre 1999. E' questa una occasione di incontro in cui ricercatori accademici e dell'industria presentano applicazioni che utilizzano la simulazione numerica e mezzi di calcolo avanzati per l'analisi di problematiche reali. Il CILEA, che opera istituzionalmente proprio per mettere a disposizione della comunità tecnico-scientifica italiana calcolatori di alte prestazioni e che appare tra i 500 più importanti centri del mondo per potenza di calcolo installata, intende promuovere l'impiego di tecnologie necessarie a mantenere le industrie italiane in grado di competere a livello internazionale.
Paesaggi intermedi della dorsale marchigiana: sistemi insediativi,imprese agricole e gestione del territorio  [cached]
Emilio Chiodo,Romina Finocchio
Aestimum , 2007,
Abstract: Paesaggi intermedi della dorsale marchigiana: sistemi insediativi,imprese agricole e gestione del territorio
La Modellistica Computazionale applicata all'Idraulica Ambientale: una scienza al servizio della società e dell'ambiente
M. Gallati
Bollettino del CILEA , 1997, DOI: 10.1472/bc.v56ifebbraio.882
Abstract: (tratto dal volume "Sulla simulazione numerica di fenomeni idraulici nei problemi di ingegneria ambientale" - M. Gallati)
A colloquio con il Prof. Mario Gallati. Il punto della situazione sull'impiego della Modellistica Computazionale nell'Idraulica Ambientale
M. Gallati
Bollettino del CILEA , 1997, DOI: 10.1472/bc.v56ifebbraio.883
Abstract: Recentemente il Prof. Mario Gallati è stato intervistato dal CILEA, allo scopo di fare il punto della situazione sull'impiego della Modellistica Computazionale nell'idraulica ambientale.
Simulazione della propagazione di difetti a fatica mediante il modello di zona coesiva  [PDF]
A.Pirondi, F.Moroni,A.Pirondi, F.Moroni
Frattura ed Integrità Strutturale , 2009,
Abstract: Le giunzioni incollate guadagnano sempre più mercato, nel campo delle costruzioni in genere, dove è necessario un alleggerimento delle strutture. Nel caso di geometrie di giunto semplici il dimensionamento avviene attraverso relazioni analitiche che restituiscono il valore massimo delle tensioni, il quale deve essere inferiore al limite di utilizzo dell’adesivo stesso. Quando le geometrie sono complesse l’approccio analitico diventa impraticabile, di conseguenza si provvede a verificare la correttezza della soluzione mediante analisi agli elementi finiti (EF). L’introduzione del modello di zona coesiva nell'analisi EF permette di simulare il danneggiamento ed il cedimento del giunto in condizioni quasi-statiche e impulsive. In questo articolo si vuole implementare il modello per la simulazione della propagazione a fatica di difetti, utilizzando il software agli elementi finiti ABAQUS assieme a subroutine esterne interagenti con il modello EF stesso. Un punto focale dell'implementazione sarà il calcolo automatico del tasso di rilascio di energia G in modo indipendente dalla geometria del difetto stesso. I parametri del modello ricavati da prove di tenacità a frattura e propagazione di difetti a fatica in modo I, saranno utilizzati come riferimento per la convalida dell'implementazione.
“Sotto manto de santità”. L’Inquisizione romana, i Calabrovaldesi e l’accusa di simulazione religiosa
Pierroberto Scaramella
Les Dossiers du Grihl , 2010, DOI: 10.4000/dossiersgrihl.3668
Abstract: La dissimulation appara t comme l’une des caractéristiques spécifiques de la praxis religieuse quotidienne des vaudois installés en Italie du nord et dans la France méridionale durant toute la durée de la fin du Moyen- ge. Elle fut le produit de la vague persécutrice et des campagnes anticléricales des xive et xve siècles. A partir des plus récentes découvertes d’archives, l’essai analyse, dans la perspective de la longue durée, le recours au nicodémisme parmi les vaudois demeurant en Italie méridionale, tout particulièrement en Calabre et dans les Pouilles, entre la moitié du xvie siècle et la fin du xviie siècle. Simultanément, l’essai analyse les modèles repressifs mis en uvre par l’Inquisition romaine dans ce contexte, depuis les premières enquêtes jusqu’au massacre de 1561, et à l’utilisation instrumentale de l’accusation de simulation religieuse au cours du xviie siècle. Among the Waldensens living in Northern Italy and Southern France, the dissimulation of their faith is one of the most peculiar characteristics of the daily religious practice during the late Middle Ages. Such behavior was the byproduct of the persecutions and anti-heretical campaigns of the xiv and xv centuries. Building on the most recent documentary and archival sources and findings, the essay offers a long term historical analysis of the use of nicodemism among the Waldensens of Southern Italy, namely of Calabria and Puglia, between mid-xvi and end of xvii centuries. The essay also focuses on the repressive practices enacted by the Roman Inquisition in such context, from the initial field investigations, to the 1561 slaughter and the instrumental use of the accusation of religious simulation during the course of the xvii century. Tra i valdesi stanziati in Italia settentrionale e nella Francia meridionale, la dissimulazione della propria fede appare come una delle caratteristiche peculiari della prassi religiosa quotidiana di quelle popolazioni per tutto il corso del tardo Medioevo. Essa fu il prodotto dell’ondata persecutoria e delle campagne antiereticali dei secoli xiv e xv. A partire dalle più recenti scoperte archivistiche e documentarie, il saggio analizza, in una prospettiva di lunga durata, l’utilizzo del nicodemismo tra i valdesi dimoranti in Italia meridionale, e segnatamente in Calabria ed in Puglia, tra la metà del xvi secolo e la fine del xvii. Al contempo lo studio mette a fuoco i modelli repressivi messi in opera dall’Inquisizione romana in quel contesto, dalle prime indagini sul campo, alla strage del 1561, all’utilizzo strumentale dell’accusa di simulazione
Page 1 /100
Display every page Item


Home
Copyright © 2008-2017 Open Access Library. All rights reserved.