oalib
Search Results: 1 - 10 of 100 matches for " "
All listed articles are free for downloading (OA Articles)
Page 1 /100
Display every page Item
Omosessualità maschile: una chiave di lettura
Salvatore Polito
m@gm@ , 2005,
Abstract: Questo contributo, dunque, tenta di offrire una prima chiave di lettura del rapporto scambievole tra omosessualità maschile e società, analizzato in riferimento a una domanda pubblica di conoscenza non più trascurabile dalle scienze sociali. Soprattutto se si prende atto del fatto che l’omosessualità maschile rappresenta a tutti gli effetti un’alternativa stabile alla maschilità egemone eterosessuale per le sue specificità storiche, politiche e culturali.
Il paradigma della continuità come chiave di lettura dei rapporti tra Stato e Chiesa in Italia  [cached]
Giuseppe Dalla Torre
Stato, Chiese e Pluralismo Confessionale , 2012,
Abstract: è il testo della relazione sul tema “I Patti Lateranensi: origine storica, novazione costituzionale, significato attuale”, tenuta il 1° luglio 2011 presso la Biblioteca Provinciale ”N. Bernardini” di Lecce, nel quadro del ciclo di incontri promosso dal Dipartimento di Studi Giuridici dell’Università del Salento sul tema generale: “L’unità d’Italia e la costruzione dello Stato nazionale: profili politici, giuridici e culturali”. SOMMARIO: 1. Una premessa di metodo – 2. Un problema italiano; un problema non solo italiano - 3. I Patti Lateranensi come sviluppo della Legge delle Guarentigie – 4. La novazione costituzionale – 5. La revisione concordataria del 1984 – 6. Conclusioni.
La lettura come formazione di sé
Alessandro Mariani
m@gm@ , 2005,
Abstract: La lettura, pertanto, appare come un dispositivo essenziale e determinante per guardare, en profondeur, ad una formazione di sé autentica, in quanto è attraverso la lettura che si può realizzare - nell’io - un’esperienza di formazione aperta, consapevole, auto-fondata. In questo modo la lettura diviene un’avventura di ri-comprensione del sé, di auto-controllo della soggettività, di ri-progettazione della propria forma esistenziale. La lettura come formazione di sé si presenta, dunque, come una categoria non soltanto psicologica, ma anche etico-antropologico-pedagogica, poiché essa fa centro sul soggetto, interrogandolo nella sua dimensione, per così dire, 'spirituale', ma lo fa tenendo presente anche una più ampia finalità di formazione umana dell’uomo, di humanitas, appunto.
Nuove modalità di connessione al CILEA
Andrea Mattasoglio
Bollettino del CILEA , 1997, DOI: 10.1472/bc.v58igiugno.910
Abstract: Vengono presentate le nuove modalità di connessione ad alta velocità ISDN al consorzio, insieme con l'infrastruttura tecnica installata.
Fonti bibliografiche per la lettura di un territorio  [PDF]
Rosario Chimirri
Narrare i Gruppi , 2013,
Abstract: RiassuntoTra i problemi prioritari sul piano della ricerca antropologica si pone quello delle fonti che, tuttavia, si risolve, paradossalmente, non escludendone nessuna in via pregiudiziale. Si tratta, infatti, più che altro, di valutare l’uso che di esse si fa, il che porta persino a considerare quelle già edite, purché se ne fornisca una valutazione/interpretazione diversificata. Partendo da questi presupposti, il saggio offre esercizi di lettura di un territorio, la Calabria, sulla base di testimonianze soprattutto di viaggiatori e narratori di varie epoche, selezionate in modo da non escludere il paesaggio, da non intendere in ottica naturalistica, il ché porterebbe alla loro inevitabile esclusione per motivi di ordine disciplinare. Il testo si conclude affrontando il tema delle mappe, obbligato in un discorso come quello proposto, che non può non tener conto di chi le ha prodotte e produce, dando per scontato che comunque le qualità del territorio, perché in-numerevoli e infinite, non potranno mai entrare in nessuna mappa. Parole chiave: Calabria, fonti, mappe Bibliographic sources for the understanding of a territoryAbstractAmong the principal problems regarding anthropological research, there is that of sources. However, paradoxically, this can be resolved without excluding any and, indeed, the problem is more how these sources, including those already published, are used so as to provide a diversified evaluation/interpretation. This essay offers considerations of a territory, Calabria, which are based on the testimony of, mainly, travellers and narrators of different epochs. These have been selected in such a way as to include the landscape, although not in a naturalistic sense which would inevitably lead to exclusion due to distinctions between different academic disciplines. The work concludes by looking at the subject of maps, obligatory in such an argument, and who produced and produces them. This is done while taking it for granted that territorial qualities cannot be recorded on a map because they are innumerable and infinite. Key words: Calabria, sources, maps
L'apprendimento di lettura e scrittura  [cached]
Rossella Ferrari
Brainfactor , 2011,
Abstract: La capacità della specie umana di elaborare il linguaggio attraverso la scrittura si è sviluppata da circa 4.000 anni, sia pur con modi e tempi diversi. L’acquisizione della lingua parlata nella prima infanzia avviene pressoché spontaneamente, senza istruzione specifica, mentre l’apprendimento di lettura e scrittura richiedono una guida.
Atti volontari ed atti involontari in Aristotele. Una lettura in chiave giuridica contemporanea
Riccardo Conte
Nóema , 2011,
Abstract: L’autore rilegge alcune pagine dell’Etica Nicomachea evidenziando come alcuni concetti aristotelici sono tuttora a fondamento di nozioni giuridiche contemporanee, con particolare riferimento alle categorie del diritto penale.
Nuove metodologie e strumenti per lo sviluppo di applicazioni WEB
P. Arvati
Bollettino del CILEA , 2002, DOI: 10.1472/bc.v82iaprile.1103
Abstract: L'acquisizione di nuovi prodotti congiuntamente alla crescente complessità e dimensione dei progetti, hanno richiesto l'introduzione di nuove metodologie di lavoro e l'approfondimento dei moderni paradigmi di progettazione.
Codici di calcolo di analisi strutturale: le nuove versioni installate al CILEA
Maurizio Cremonesi,D. Fugazza
Bollettino del CILEA , 2001, DOI: 10.1472/bc.v76ifebbraio.1050
Abstract: In questo articolo viene fatto il punto della situazione a riguardo delle nuove versioni di tre codici di calcolo di analisi strutturale: MSC/Nastran, MSC/Dytran e HKS/ABAQUS.
INDAGINI INTERNAZIONALI E NAZIONALI SULLA COMPETENZA DI LETTURA  [cached]
Daniela Bertocchi
Italiano LinguaDue , 2011, DOI: 10.6092/2037-3597/831
Abstract: In questo articolo si analizzano le principali componenti della competenza di lettura: in altri termini, quali operazioni un individuo deve saper compiere con un e su un testo scritto per poter essere definito “lettore competente”? Le componenti della lettura sono identificate sulla base dei Quadri di riferimento di importanti indagini nazionali (INVALSI SNV ) e internazionali (OCSE PISA). I Quadri fianno riferimento a competenze di lettori madrelingua, ma le componenti di lettura, di per sé, devono essere sviluppate anche in L2. Vengono poi descritti i livelli di literacy (alfabetizzazione funzionale) presi come base da OCSE PISA per descrivere le competenze di lettura degli studenti quindicenni. Dopo un’analisi dei risultati ottenuti dagli studenti Italiani nell’indagine PISA 2006 e dei risultati della Prova Nazionale al termine del primo ciclo di istruzione (esame di stato 2008-2009), si formulano alcune proposte per il miglioramento delle competenze di lettura degli studenti italiani, certamente possibile attraverso una opportuna e coerente didattica nei dieci anni di istruzione obbligatoria. National and international surveys of reading competence This article studies the main components of reading competence: in other words, what operations an individual needs to carry out in order to be defined a “competent reader” with respect to a written text? The components of reading are identified based on the Reference Frameworks of important national (INVALSI SNV) and International (OSCE PISA) surveys. The Frameworks refer to the competences of mother tongue readers, but the components of reading, for itself, also need to be developed in the L2. The literacy levels are also described on which OSCE PISA is based, in order to discuss the reading competence of 15-year old students. After analyzing the National results of Italian students in the PISA 2006 survey and the results from the National test at the end of the first instruction cycle (State exam 2008-2009), a few proposals are made to improve the reading competence of Italian students, which can be attained thanks to opportune and coherent didactics over the 10-year period of obligatory schooling.
Page 1 /100
Display every page Item


Home
Copyright © 2008-2017 Open Access Library. All rights reserved.