oalib
Search Results: 1 - 10 of 100 matches for " "
All listed articles are free for downloading (OA Articles)
Page 1 /100
Display every page Item
Il concetto di comunità e i nuovi media  [cached]
Nicola Cavalli,Elisabetta Risi
m@gm@ , 2006,
Abstract: Questo numero tematico di Magma è dedicato al concetto di comunità ed al suo utilizzo nell’ambito degli studi collegati ai nuovi media. Un concetto che è tornato in auge negli ultimi venti anni sia nelle accademie europee che in quelle americane, anche se con toni diversi. Se è difficile isolare un unico motivo che possa spiegare la rinascita del dibattito comunitario, sicuramente un elemento fondante, individuato da numerosi studiosi, è la presenza e la diffusione dei cosiddetti “nuovi” media, fautori, secondo alcuni, di nuovi modelli di relazioni sociali.
Test e validazione di accessibilità
Giorgio Maretti
Bollettino del CILEA , 2004, DOI: 10.1472/bc.v91ifebbraio.900
Abstract: Gli editor di pagine web più utilizzati, come Frontpage o Composer, hanno un'interfaccia grafica molto intuitiva che consente di costruire una pagina in modo completamente automatico, a prescindere dal fatto che lo sviluppatore conosca o meno l'html. In molti casi però, le pagine prodotte in questa maniera non soddisfano i criteri di accessibilità. E' quindi necessario rivedere il codice html per inserire i tag necessari a rispettare le linee guida. Le modalità di valutazione dell'accessibilità sono varie: dall'analisi compiuta attraverso un validatore automatico alla visualizzazione della pagina con browser differenti e in particolari condizioni. Nel presente articolo verranno esaminati i principali validatori html presenti nel web, e verranno forniti alcuni suggerimenti per verificare l'accessibilità dal punto di vista dell'utente.
Nuovi servizi di banche dati in rete
Gianpiero Limongiello
Bollettino del CILEA , 1999, DOI: 10.1472/bc.v69isettembre.998
Abstract: L'accesso a banche dati via rete, è un servizio che sta conoscendo notevoli sviluppi negli ultimi anni. Le ragioni sono molteplici, ma la disponibilità di reti veloci e la gestione di servizi informatici con alti standard qualitativi, aiutano sicuramente la diffusione di questi interessanti, ma spesso costosissimi, servizi. L'articolo descrive una iniziativa delle biblioteche di alcune facoltà di ingegneria italiane, che potrà, speriamo presto, mettere a disposizione della comunità scientifica italiana una vastissima banca dati di normativa internazionale.
La valutazione di preferenze paesaggistiche attraverso la comparazione di indici di valutazione
Francesco Monacci,Fabio Lucchesi
Aestimum , 2007,
Abstract: La valutazione di preferenze paesaggistiche attraverso la comparazione di indici di valutazione
Diasporici metropolitani: nuovi scenari quotidiani di lotta di classe
Sergio Straface
m@gm@ , 2009,
Abstract: Uno dei concetti su cui mi piace riflettere è quello della velocità. Più precisamente se sia possibile connettere l’intelligenza alla velocità. Oggi è necessario essere veloci e il vivere velocemente ha conquistato la quotidianità confondendosi strategicamente con la nozione di intelligenza. Le coordinate della surmodernità: l’accelerazione della storia, il restringimento dello spazio e l’individualizzazione dei destini pare abbiano imposto la velocità come conditio sine qua non sia improbabile conquistare un dignitoso ruolo sociale. Velocità come chiave di accesso, password obbligatoria, condizione connettiva con cui l’io finalmente accede all’attuale e soprattutto intelligente modo di vivere. La mia riflessione si concentrerà sull’esempio di lentezza proposto dai barboni, da ora in poi definiti diasporici metropolitani. Velocità vs lentezza, dunque, per una riflessione sulle contemporanee dinamiche del vivere metropolitano. Mi soffermerò su sensazioni, emozioni, ricordi e principalmente dubbi, per articolare una prima critica dell’equazione normativa “velocità uguale intelligenza” nonché per mostrare un esempio di resistenza, un modello altro in opposizione da quello dominate.
Cenni critici sui nuovi progetti di legge sulla libertà religiosa
Nicola Fiorita,Francesco Onida
Stato, Chiese e Pluralismo Confessionale , 2011,
Abstract: (associato di Diritto ecclesiastico e ordinario di Diritto ecclesiastico nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Firenze)
Nuovi parametri nelle analisi statistiche di accesso alle risorse elettroniche digitali
Domenico Dellisanti,Antonio Balducci
Bollettino del CILEA , 2005, DOI: 10.1472/bc.v95idicembre.1160
Abstract: Nell’ambito del consueto appuntamento annuale con Bibliocom, rassegna delle professioni, dei prodotti e dei servizi per la gestione dell’informazione e della conoscenza, svoltosi a Roma dal 27 al 29 ottobre, si è tenuto un seminario organizzato dal CASPUR,"La biblioteca digitale: statistiche d’uso. Studi ed esperienze a confronto". Il CILEA, all’interno dello stesso, ha presentato uno studio su nuovi parametri da utilizzarsi nelle analisi statistiche di accesso alle risorse elettroniche.
I nuovi estimi catastali: problematiche ed innovazioni  [cached]
F. Polidori
Aestimum , 1998,
Abstract:
ALEE-AO: nuovi anni di analisi e nuove funzionalità
Claudia Montalbetti,Paolo Federico,Carmen Gallinari,Sabbadini Marialuisa
Bollettino del CILEA , 2005,
Abstract: E stata installata presso Lombardia Servizi la release 2.1 del prodotto ALEE-AO. In questo articolo si intendono illustrare i risultati raggiunti. In tale release è stato compiuto un grande sforzo da parte di tutto il gruppo di lavoro per riportare i dati (1998-2002) ad uno standard di codifica (ICD9 CM grouper XIX), per poter inserire in banca dati le informazioni relative ai lombardi ricoverati fuori regione e per aggiungere nuove funzionalità richieste dopo la sperimentazione da parte delle ASL
Tecniche di rilievo tridimensionale e rischio idrogeologico: condivisione in rete di dati in alta risoluzione LiDAR  [cached]
Giorgio Paolo Maria Vassena,Tiziana Chiamone,Raffaella Gabriella Rizzo,Luca Simone
GEOmedia , 2013,
Abstract: Le tecniche di rilevamento tridimensionale con misurazione ad alta densità, ad esempio tramite approcci LiDARaerotrasportati, da terra (TLS - Terrestrial Laser Scanner) o su mezzi mobili (mobile mapping), permettono di rilevaree osservare il territorio con una accuratezza, una risoluzione e una ricchezza di dettaglio globalmente molto elevaterispetto agli approcci di rilevamento tradizionali. Per la gestione delle grandi moli di dati generati si presenta unaapplicazione di una tecnologia altamente innovativa, unica a livello internazionale, sviluppata dall’Università degli Studidi Brescia, in accordo con l’azienda spin-off Gexcel srl, che permette la condivisione e visualizzazione di dati ad altadensità, anche via rete. Abstract 3D surveying techniques dealing withhigh density measurement (i.e. throughairborne LiDAR by TLS - Terrestrial LaserScanner - or by mobile mapping)allow to survey and observe the territorywith accuracy, a particular resolutionand richness of details extremely highcompared to traditional survey approaches.These technologies, due tothe size of raw data, not allow the sharingand the direct reading of 3D databy different users. Usually, the data areput into standard formats (digital terrainmodel, contour lines, etc.) to beshared. The raw data (with all the associatedcontents) are, on the otherhand, generally lost or saved in formatsand devices (hard disks or DVD) thatdoesn’t make it available to the costumer.An application of a technologydeveloped by the University of Brescia(together with the spin-off Gexcel srl) ispresented. This application allows thesharing and visualization of these databy web. The difficulty of implementingthe sharing technologies of LiDARdata lies in the transfer of 3D surveyeddata, even if only to display them. Thisresearch intends to propose a new wayof data managing/transmission, also byinternet, enabling to store 3D LiDARdata in a single file and to add differentlayers on this model. In particular,the research shows how in a file - ona remote server - it is possible to store3D multi-resolution data about landslidesof the Veneto Region. These 3Ddata (enriched by different layers) canbe visualized, downloaded, queriedand shared via web. It also shows howit can be displayed on 3D model, informationlevels from GIS that analyzedata of hydrological risk. The researchproposes a first application of LiDARdata web sharing applied to studiesof hydrological disasters of the VenetoRegion. This is intended as an exampleof a useful technology to support allthe activities for rapid decisions.
Page 1 /100
Display every page Item


Home
Copyright © 2008-2017 Open Access Library. All rights reserved.