oalib
Search Results: 1 - 10 of 100 matches for " "
All listed articles are free for downloading (OA Articles)
Page 1 /100
Display every page Item
High Speed Train and new technological and functional innovations Alta Velocità e innovazioni tecnologiche e funzionali
Emilia Giovanna Trifiletti
TeMA : Journal of Land Use, Mobility and Environment , 2008, DOI: 10.6092/1970-9870/5
Abstract: Nowadays high speed railway infrastructure and its new stations influence radically both the planning development of areas where stations and railway infrastructure are located on, both the spatial and temporal relationships between different town centres connected by the rail network. The station-building functions are changed and travel demand is changing because it promotes the use of railways, for the track served by High Speed Train, instead of airplane and car. Stations are also important to the areas they serve. In Italy, on the wake of the French model, Italian national railways group (Gruppo Ferrovie dello Stato RFI), in order to make more comfortable and efficient the trip on High Speed Train, has equipped the new trains with numerous technological innovations. About the use of new technologies, this paper individualizes the custom variations users in according to services changing supply predisposed by the transport Companies. The technology used on the new High Speed Trains changes therefore the concept of the trip: the increasing quality value brought in using Wi-Fi technology on the new trains, makes the choice of railways more advantageous as regards to the other transport modes like airplane or car. This paper has the aim of individualizing the new urban role of the High Speed Train stations and to underline how is changing travel demand and supply because of the introduction of high technology. There is a new important role of planning: some of our important cities are redeveloping in ways which incorporate the High Speed station at their heart, as a key feature in the wide ranging accessibility that is vital to modern service sector businesses. In parallel, stations are important in regeneration areas for offering wider connectivity to underpin the revitalization of local economies and societies. La realizzazione di linee e di stazioni dell’Alta Velocità, oltre ad influire sullo sviluppo urbanistico delle aree interessate, sta cambiando radicalmente le relazioni spazio-temporali fra i diversi centri urbani connessi dalla rete del trasporto su ferro. Da un lato sono mutate le funzioni assunte dai contenitori-stazione e dall’altro sta mutando la domanda di trasporto che promuove, per le tratte coperte dalle linee dell’Alta Velocità, il treno rispetto all’aereo e alla macchina. In Italia, sulla scia del modello francese, il Gruppo Ferrovie dello Stato RFI, al fine di rendere più confortevole ed efficiente il viaggio sui treni ad Alta Velocità, ha dotato i nuovi treni di numerose innovazioni tecnologiche. Per quanto riguarda l’utilizzo di n
Problemi attuativi dei nuovi provvedimenti catastali  [cached]
F. Guaralda
Aestimum , 1998,
Abstract:
Sistema di valutazione automatico e nuovi estimi: rischio di incostituzionalità  [cached]
P. Medici
Aestimum , 1998,
Abstract:
Il concetto di comunità e i nuovi media  [cached]
Nicola Cavalli,Elisabetta Risi
m@gm@ , 2006,
Abstract: Questo numero tematico di Magma è dedicato al concetto di comunità ed al suo utilizzo nell’ambito degli studi collegati ai nuovi media. Un concetto che è tornato in auge negli ultimi venti anni sia nelle accademie europee che in quelle americane, anche se con toni diversi. Se è difficile isolare un unico motivo che possa spiegare la rinascita del dibattito comunitario, sicuramente un elemento fondante, individuato da numerosi studiosi, è la presenza e la diffusione dei cosiddetti “nuovi” media, fautori, secondo alcuni, di nuovi modelli di relazioni sociali.
I nuovi diritti  [cached]
Marta Cartabia
Stato, Chiese e Pluralismo Confessionale , 2011,
Abstract: Relazione tenuta al Convegno di studi sul tema“Diritto della Unione Europea e status delle confessioni religiose” (Roma, Istituto Sturzo, 8-9 ottobre 2010) organizzato dal Centro Studi sugli Enti Ecclesiastici – CESEN, destinata alla pubblicazione negli Atti, pubblicata per la cortese disponibilità del CESENInformazioni articolo (Relazione, Estratto, ecc) SOMMARIO: 1. L’età dei “nuovi” diritti in Europa - 2. Nuovi assetti istituzionali dell’Europa dei diritti – 3. Due casi esemplari: il diritto al figlio e il diritto al matrimonio omosessuale - 4. I “nuovi” diritti come espressione della privacy e del principio di non discriminazione - 5. “Nuovi” diritti senza limiti - 6. A conclusione: alcuni spunti problematici.
Innovazioni metodologiche nelle stime ai fini catastali: un modello operativo per la votazione di grandi patrimoni immobiliari a destinazione speciale  [cached]
S. Miccoli
Aestimum , 1995,
Abstract:
Nuovi parametri nelle analisi statistiche di accesso alle risorse elettroniche digitali
Domenico Dellisanti,Antonio Balducci
Bollettino del CILEA , 2005, DOI: 10.1472/bc.v95idicembre.1160
Abstract: Nell’ambito del consueto appuntamento annuale con Bibliocom, rassegna delle professioni, dei prodotti e dei servizi per la gestione dell’informazione e della conoscenza, svoltosi a Roma dal 27 al 29 ottobre, si è tenuto un seminario organizzato dal CASPUR,"La biblioteca digitale: statistiche d’uso. Studi ed esperienze a confronto". Il CILEA, all’interno dello stesso, ha presentato uno studio su nuovi parametri da utilizzarsi nelle analisi statistiche di accesso alle risorse elettroniche.
La trasformazione diretta delle mappe catastali al sistema Gauss - Boaga ROMA 40 della provincia Etnea  [cached]
Giuseppe Siligato
GEOmedia , 2013,
Abstract: La cartografia catastale costituisce una base informativa indispensabile per qualunque ente che gestisce il proprio territorio con un Sistema informativo Territoriale (SIT). La trasformazione delle mappe catastali nel sistema di riferimento nazionale è un operazione di fondamentale importanza per assicurare l’interoperabilità tra i DB dei diversi Enti. Grazie a questa è possibile il collegamento tra i diversi livelli informativi (cartografia, piani regolatori, reti tecnologiche, etc.). Il presente lavoro analizza il caso della Provincia di Catania, composta da più sistemi d’asse di piccola estensione e mostra i risultati della trasformazione delle mappe catastali nel sistema GB realizzata con un procedura semplificata. The cadastral mapping is an essential information base for each institution that administers its land trough a Geographics Information Systems (GIS). The transformation of cadastral maps into the national reference frame is a procedure of fundamental importance for ensure the interoperability among topographical DB of different Agencies. Through this it is possible the connection between the different levels of information (maps, plans, technological networks, etc.). This paper analyzes the case of the Province of Catania, composed of multiple axis systems of small extent and shows the results of the transformation of cadastral maps in the GB system realized with a simplified procedure.
Comunicazione e sistema politico: vecchi e nuovi media nella trasformazione dell'identità  [cached]
Alberto Abruzzese
Scienza & Politica : per una Storia delle Dottrine , 1999, DOI: 10.6092/issn.1825-9618/2911
Abstract: Comunicazione e sistema politico: vecchi e nuovi media nella trasformazione dell'identità
Criteri per l'inserimento di nuovi vaccini nei programmi d'immunizzazione della collettivitá  [cached]
R. Gasparini,A. Moiraghi,S. Ciriminna,C. Lucioni
Italian Journal of Public Health , 2003, DOI: 10.2427/6043
Abstract: I progressi nel campo dell’epidemiologia, delle conoscenze sulla patogenesi delle malattie infettive, dell’immunologia e della biologia molecolare rendono particolarmente fervido d’applicazioni e quindi di potenziali e reali miglioramenti l’utilizzo delle vaccinazioni. Attualmente, gli Istituti vaccino-produttori mettono a disposizione nuovi vaccini. Ne deriva la necessità di migliorare le strategie vaccinali. Senza dubbio le conoscenze epidemiologiche stanno alla base di qualsiasi intervento preventivo, perché definiscono le dimensioni del danno che la malattia arreca alla comunità. La conoscenza epidemiologica implica una continua sorveglianza degli eventi sanitari. Purtroppo, nel nostro Paese, talora, l’impatto di determinate patologie non è ben definito. Ne consegue che soluzioni adottate in altre realtà epidemiologiche sono trasferite in Italia, ove potrebbe essere meglio dedicare risorse ad altre esigenze di salute. Così, non è la Sanità Pubblica a condizionare le scelte strategiche degli Istituti vaccino-produttori, ma viceversa. L’adeguatezza delle procedure diagnostiche, il miglioramento dei sistemi informativi ed un maggiore e razionale ricorso ai sistemi informatizzati potrebbero migliorare le cose
Page 1 /100
Display every page Item


Home
Copyright © 2008-2017 Open Access Library. All rights reserved.